"IL DISEGNO: Officina della forma e dell'anima" - Ernesto Mattiuzzi (1900-1980)

Museo di Santa Caterina - Piazzetta Botter n. 1 -

15 marzo, 2013 - presentazione

Venerdì 15 Marzo 2013 alle ore 18,00

del libro:


“ IL DISEGNO - Officina della forma e dell'anima”

  ERNESTO MATTIUZZI

(1900-1980)

Editrice Filippi - Venezia

mattiuzzi 

con interventi di

Eugenio Manzato

Storico dell'arte

Lorena Gava

curatrice del libro e critico d'arte


Ernesto Mattiuzzi è nato a Venezia il 22 Agosto 1900 ed è morto a Conegliano (Treviso) il 14 marzo 1980. Si diplomò in disegno di figura all’Accademia di Belle Arti di Venezia. Col-laboratore e critico d’arte di quotidiani e riviste artistiche: Il popolo del Veneto (fino al 1950), Il Nuovo Corriere degli Artisti di Milano, Realismo Lirico di Firenze, Arte Pura di Roma, Arte e Stampa di Genova ecc. Ha insegnato educazione artistica, disegno e storia dell%u02BCarte nelle scuole medie statali, inferiori e superiori. È stato membro “sociétaire” del Salon des Artistes Indépendants di Parigi dal 1956. È stato inoltre membro dell'Accademia Italia, della Accademia di Lettere, Arti e Scienze di Salsomaggiore, dell’Accademia Tiberi-na, della Legion d’Oro di Roma e dell’Accademia de “I 500” di Roma. Le sue opere figura-no al Comune di Venezia, Padova, Roma e in numerose raccolte private. Con questo libro si è pensato di rendere un doveroso omaggio alla memoria dell'artista scomparso che ha vissuto molti anni nel nostro territorio e che ha insegnato a numerose generazioni di stu-denti, disegno e storia dell'arte.
Pur in tempi così contraddittori ed avversi alle sue legittime e pure aspirazioni, con grande forza d'animo e linearità di carattere, egli ha perseverato - con piena coscienza critica ed artistica — sino alla fine sulla via di quel realismo figurativo che fin da principio aveva scelto, come la via più rispondente al suo profondo amore per la natura e per le piccole cose della vita quotidiana.
La sua ricca, seppure contrastata personalità, ha trovato nell'esercizio costante dell'arte quell'equilibrio, quella simpatia affettuosa che rappresentano, forse, le note più significati-ve della sua pittura.
Non possiamo dimenticare, in questo momento, che nella sua attività più che trentennale di insegnante, ha saputo infondere nei giovani un grande amore per la pittura e per il dise-gno, seguendo alla lettera quel principio che egli soleva ripetere, secondo il quale, come l'insegnamento è nella sua essenza comunicazione, così deve essere l'arte, senza possi-bilità di equivoco o di simulazione, con grande onestà.
In questo libro è raccolta una minima parte della sua vasta produzione di artista e di criti-co, ma pur nella sua essenzialità, essa è più che sufficiente per far comprendere che sen-za sforzo e tormento non è possibile all'artista sapersi rinnovare interiormente (che arte è pur sempre catarsi) ossia di rendere, di fronte alle cose e agli eventi, l'occhio fisico e l'oc-chio spirituale sempre più capaci di vedere, sempre più pazienti ed acuti nel vagliare e nel
riprodurre con genuina e semplice forza pittorica.

Per informazioni 0438-409049

scarica invito (formato PDF)

Scarica informazioni (Formato PDF)

info@museicivicitreviso.it

www.museicivicitreviso.it

Vai alla ricerca