Herta von Wedekind Ottolenghi e Arturo Martini

Museo Bailo, Borgo Cavour 24 - Treviso , Comune di Treviso - Musei Civici

Mercoledì 18 maggio, ore 17,30, 2016 - Conferenza

In occasione della recente donazione ai Musei civici del gesso di Herta von Wedekind Ottolenghi Leda e il cigno, la storica dell'arte Virginia Baradel indagherà la figura della scultrice e mecenate e il suo rapporto con Arturo Martini, di cui fu amica e sostenitrice, artefice insieme al marito Ottolenghi di una sorta di utopia rinascimentale e committente di alcune opere fondamentali come la scultura Adamo ed Eva, ora simbolo del Museo Bailo. Martini creò con i coniugi un sodalizio durato tre anni, tra entusiasmi e momenti critici. Herta, giovane aristocratica ricca, colta, moderna e dotata di talento artistico, si dedicò alla scultura soprattutto nella realizzazione di bozzetti, e negli anni Trenta tradusse i modelli in opere di grandi dimensioni in gesso, pietra e bronzo, destinati ad adornare la grande villa di Acqui Terme, luogo d'elezione al modo di una corte rinascimentale.

INGRESSO LIBERO

Scarica l'invito (formato jpg)

Leda e cigno

Vai alla ricerca