Mostra Gianni Ambrogio. Un selvaggio raffinato

Musei Civici Luigi Bailo e Casa Robegan - Fondazione Gianni Ambrogio , Comune di Treviso - Assessorato alla Cultura - Musei Civici - Fondazione Gianni Ambrogio

9 giugno - 5 agosto, 2018 - Mostra

Gianni Ambrogio jpgMuseo Bailo, Museo Civico Ca’ Robegan e Fondazione Gianni Ambrogio di Mareno di Piave dal 9 giugno al 5 agosto ospitano l’antologica del maestro recentemente scomparso

Inaugurazione venerdì 8 giugno 2018 alle ore 18.00 presso ill Museo Luigi Bailo di Treviso.

Presentazione critica:
Sandro Gazzola
Eugenio Manzato
Gian Domenico Mazzocato
Maurizio Pradella - curatore
Catalogo in mostra

A quasi due anni dalla morte, Treviso e Mareno di Piave scelgono di dedicare a Gianni Ambrogio un'antologica a lui dedicata in più luoghi, il Museo Bailo, Casa Robegan e la Fondazione Gianni Ambrogio di Mareno di Piave, che dal 9 giugno al 5 agosto ospiteranno le opere dell’artista trevigiano.
L’iniziativa, curata dalla Fondazione Gianni Ambrogio, è patrocinata dalla Regione del Veneto, dalla Provincia di Treviso, dall’assessorato ai Beni Culturali ed Ambientali e al Sistema Museale del Comune di Treviso, dai Musei Civici di Treviso e dal Comune di Mareno di Piave.

Sono 140 le opere scelte per l’antologica, in una costruzione espositiva che è una sorta di percorso guidato. Al Museo Bailo sarà in mostra la maggior parte del periodo artistico di Ambrogio, dagli anni Cinquanta alla fine dei Novanta: una quarantina di opere, fra le quali anche due sculture. Casa Robegan invece ospiterà gli ultimi anni di creazione, dal 2000 al 2016. Esclusivamente al bianco e nero, con 28 opere, sarà infine riservata la mostra allestita alla Fondazione di Mareno di Piave.
Un comitato scientifico di spessore ha lavorato in questi mesi sia all’organizzazione dell’evento che alla cura del catalogo: Gianpietro Cattai, Alberto Ceschel, Luisa Cogo Ambrogio, Giorgio Di Genova, Luciano Franchin, Sandro Gazzola, Emilio Lippi, Eugenio Manzato, Stefano Marcon, Gian Domenico Mazzocato, Giuseppe Munari, Maurizio Pradella e Giorgio Rossi.
Un’esposizione che – a partire dalla scelta delle due sedi museali della città di Treviso – rappresenta un significativo segno di amicizia verso uno dei maestri della Marca che, come sottolinea Maurizio Pradella, curatore dell’evento, “ha lasciato una traccia di creatività indelebile ma anche un’eredità morale, donata a coloro che hanno goduto delle sue opinioni e aperture sull’arte e che oggi si trovano colmi di insegnamenti e di un modo sempre innovativo di vivere l’estetica e il contenuto delle cose”.
E per un uomo che non ha mai rincorso la fama ecco arrivare il tributo dei tanti amici con un’antologica di grande respiro per far conoscere, anche a chi non ha avuto la fortuna di apprezzarlo in vita, chi fosse Ambrogio. 

Orari di apertura:

Museo Luigi Bailo
da martedì a domenica 10.00-18.00 (ingresso con biglietto museale o solo mostra € 3,00)

Museo Civico Casa Robegan
da mercoledì a domenica 10.00-12.30 / 15.30-18.00

Fondazione Gianni Ambrogio
sabato e domenica 10.00-12.00 / 16.00-19.00

Per informazioni:
320-0412729 - www.fondazioneambrogio.it - www.gianniambrogio.it
Visite Guidate:
339-7399982

Scarica l'invito

Scarica la locandina

Vai alla ricerca